Con “Imprinting”, Macagnino-Speranza cercano l’identità di Taranto

Le opere itineranti di Public Scape Taranto saranno visibili nei diversi spazi a partire dal 6 settembre.

Imprinting – Annalisa Macagnino e Francesca Speranza  

L’opera è un progetto di arte pubblica che scaturisce da un’analisi fotografica, iconografica, antropologica e relazionale della città, la cui sintesi visiva è restituita al territorio attraverso la serigrafia artigianale. Un’esperienza collettiva condivisa che ha visto la partecipazione degli abitanti durante l’intero processo. “Imprinting” si propone come un’indagine sulla città guidata dai suoi abitanti, al fine di raccogliere immaginari, simboli, archetipi, celati nel paesaggio urbano; una rappresentazione di quegli elementi che caratterizzano il territorio e appartengono alla cultura propria della città “dei due mari”. 

Biografia  

Le due artiste, ognuna con una formazione specifica e con una propria identità artistica, hanno ideato e lavorato insieme per la realizzazione di alcune ricerche sperimentali sull’immagine: “Dall’immagine al segno”, realizzata nel 2013 al SUM di Lecce e nel 2016 all’interno del progetto “Finding Nevermore” a cura del LAB43 (Forte Marghera, Ve); I’M|Printing I, nel 2017, a Palagiano (TA), in occasione della residenza Via Murat Art-Container. 

Altri articoli interessanti

keyboard_arrow_up